Contatti

Caritas diocesana
Piazza Strambi 4
62100 Macerata
telefono 0733232795
fax 0733268307
mail: caritas@diocesimacerata.it
facebook e skype: Caritas Macerata
orario di apertura ufficio: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.30 e dalle 15 alle 18

 

Associazione "centro di ascolto e di prima accoglienza O.N.L.U.S."
via Rampa Zara 13/15
62100 Macerata
telefono e fax
0733270963
mail:centroascolto@mercurio.it
orario di apertura centro di ascolto: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17

 

Emporio della Solidarietà 
via Silone 12/C (Zona San Francesco) 
62100 Macerata 
telefono 07331833463 
orario di apertura: lunedì e mercoledì dalle 16 alle 18:30; venerdì dalle 9 alle 11:30 

Ultimi Documenti

R.I.D. Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro" (Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro")
Presentazione Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro" (Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro")
Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro" - In sintesi (Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro")
Brochure Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro" (Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro")
 
Sopra

Progetti

La progettazione socio pastorale della caritas diocesana di Macerata

Una della fatiche maggiori che le nostre Caritas e i nostri volontari vivono è quella legata all’operatività, al bisogno, che a volte sembra compulsivo, di fare. Potremmo addentrarci nelle ragioni psicologiche e umane per spiegare questo attivismo, ma non è qui il nostro compito. È più importante trovare le vie di superamento e di formazione che sa distinguere il fare, legato appunto alle proprie ragioni personali, al proprio bisogno di sentirsi buoni e utili, alle emergenze, alla complessità emotiva delle situazioni, dall’agire che si presenta come legato e determinato da una visione globale, da un progetto a lunga scadenza.
È certo che il fare non è di per sé negativo e ha una sua necessità pratica e un valore testimoniale.
Eppure, nelle attuali condizioni, va detto esplicitamente che non è sufficiente e rimane fortemente ambiguo. Il segno di questo limite e di questa ambiguità sta nel fatto chiaro e verificabile che nel fare, così inteso, non c’è nessuna spinta alla liberazione, al cammino di riappropriazione di sé delle persone che a noi si rivolgono. Il fare lascia le persone dipendenti dal loro bisogno e a volte da noi, non dà nessuna prospettiva o speranza di fuoriuscita dal bisogno, non rende dignità alla persona, non ricerca la cause del malessere. È vero che per molti che si rivolgono ai nostri servizi le possibilità reali di un cambiamento consistente e decisivo sono nulle o ridottissime, ma qui non si tratta di sapere se di fatto si riuscirà a spezzare le catene di qualcuno, ma della visione, della mentalità e dell’approccio che i membri di Caritas hanno di fronte alle persone in difficoltà. Da questo fare, pur singolarmente meritorio e oblativo, si deve passare ad una programmazione degli interventi ”, vale a dire ad un agire che si dà progettualità, metodi, tempi e verifiche. La carità che nel fare non ha superato del tutto la barriera assistenziale, nell’agire trova la sua vera dimensione di carità generativa. Parlare di progettualità, non significa scrivere progetti, anche belli, per le persone, significa, invece, ripartire da un ascolto partecipato e attento, sempre con la mente occupata dalla domanda: quale strada devo percorrere con questa persona, come mi devo prendere cura di lei, come, con il mio interessamento le ridono la speranza del vivere, la rimando alle sue capacità, risveglio la sua dignità. Non si genera da lontano e non si genera con le cose, ma con il rapporto non onnipotente e non moralistico, consapevole dei propri limiti e del rischio di trasformarci in salvatori del mondo. L’assillo per l’altro non può diventare una sostituzione dell’altro; il servizio all’altro non può essere confuso con l’annullamento delle sue proprie responsabilità, a cominciare a quelle verso se stesso*.

Seguendo questo orientamento la Caritas diocesana di Macerata promuove, fin dalla sua istituzione, progetti volti ad accompagnare le persone nella fuoriuscita dallo stato di bisogno; ascolto attento dei bisogni, mappatura delle risorse, sinergia con le istituzioni, coinvolgimento di chi si trova nel bisogno e della comunità religiosa e laica hanno portato alla realizzazione (diretta o in collaborazione con altre realtà pubbliche e private) di numerosi progetti (in Italia e all’estero) che in questa sezione potrete trovare.

 
 
Powered by Phoca Download

Facebook

Progetti SCUOLE

SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Pogetto SIMPOSIO 

pdfLettera di presentazione Vescovo Marconi

pdfProgetto SIMPOSIO 2017-18

pdfModulo adesione 

 

 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 

Pogetto UNA SOLA FAMIGLIA UMANA 

 pdflettera presentazione

pdfprogetto secondaria 1°grado

pdfModulo di adesione

 

SCUOLA PRIMARIA

Pogetto UNA SOLA FAMIGLIA UMANA 

pdflettera di presentazione

pdfprogetto primaria

pdfModulo di adesione

 

 

 

 

 

 

Diocesi di Macerata - Tolentino - Recanati - Cingoli - Treia 

C.F. 93009650438 | Piazza San Vincenzo Strambi 3, 62100 - Macerata (MC) | tel. 0733.291114 fax 0733.263386